domenica 14 febbraio 2016

Sondaggio Big Sanremo 2016

Gli Stadio trionfano all'Ariston per la 66ma edizione del Festival di Sanremo.
In questa pagina puoi votare l'artista che più ti è piaciuto. Puoi riascoltare il brano cliccando sulla foto dell'artista o sul titolo della canzone.
Puoi dare un'occhiata al sondaggio dell'anno scorso qui.

Annalisa


Diluvio Universale

Arisa


Guardando Il Cielo

Dear Jack


Mezzo Respiro

Lorenzo Fragola


Infinite Volte

Francesca Michielin


Nessun Grado Di Separazione

Noemi


La Borsa Di Una Donna

Patty Pravo


Cieli Immensi

Valerio Scanu


Finalmente Piove

Stadio


Un Giorno Mi Dirai

Zero Assoluto


Di Me E Di Te


Tra le nuove proposte segnaliamo il brano vincitore: Amen di Francesco Gabbani.

Francesco Gabbani


Amen


Il Diluvio Universale - Annalisa

E' la terza partecipazione al festival di Sanremo, l'esordio nel 2013 con il brano Scintille (nono posto) e lo scorso anno con la canzone Una Finestra Tra Le Stelle grazie alla quale ha ottenuto un ottimo quarto posto e successivamente la certificazione del disco di Platino. Quest'anno ci riprova con Il Diluvio Universale, scritta dalla stessa Annalisa insieme a Diego Calvetti, brano che anticipa il quinto album in studio Se Avessi Un Cuore, previsto per il 15 aprile 2016.



Testo e Accordi

Do Re Fa Do
(Intro)
Do                              Re
L'amore non è una colpa
                       Fa
Non è un mistero
                        Do
Non è una scelta
Non è un pensiero
Do                              Re 
L'amore quello dei film
                                      Fa 
L'amore del "che segno sei?"
                       Do
C'è affinità, un aperitivo
          Mi-
Chissà se mai?
    Fa                Fa-               
Magari, qualcosa, qualcosa
Do           Re Fa Do
Succederà
Do                              Re
L'amore di questa notte
Non conta niente
    Fa 
Anzi, sia maledetto
   Do
E maledettamente
           Do
Io non tornerò
                   Re 
Perché non hai futuro
                           Fa 
E io ha già poco tempo per me stessa,
         Do             /Mi             Fa7+ Fa
Figuriamoci per gente come te
                La-                             Fa-
E intanto prendo questa metropolitana
                        Do                 Re
L'unica che sorride è una puttana
             Do                     Re/Fa#
E allora io preferisco sognare
               Fa
Perché è così, è così, io lo so
                          Do  Sol/Si
Che mi lascio andare
   La-                Sol         Re/Fa#
E tu, che resti l'unico al mondo
                  Sol
Come una stanza da rifare
Resti immobile all'altare
Sei una canzone che non ho
Mai saputo
Do       Re Fa Do
Cantare
Do                       Re
L'amore succederà
                                 Fa
O forse è già successo
Ma tu non l'hai visto
   Do
E lo vedi solo adesso
Re                            Mi
Ma stasera rimango a casa
                      Sol
A cucinare la vita
                                   Re
Come fosse un buon piatto da buffet
      Re                       Mi
Lo so, l'amore è spudorato
                       Sol
L'amore è egoista
                      Re          /Fa#        Sol
L'amore è un atto di necessità di te
                 Si-                               Sol-
E mentre sfoglio un altro stupido giornale
                     Re/Fa#          Mi
Penso che in fondo sia tutto regolare
       Re                            Mi/Sol#
E intanto io preferisco sognare
                  Sol
Perché è così, è così, io lo so
                          Re  La/Do#
Che mi lascio andare
             Re                 Mi/Sol#
E allora io preferisco sognare
                 Sol
Perché da qui la realtà
                                Re
Si nasconde meglio che
                             La/Do#
Sotto il diluvio universale
    Si-               La          Mi/Sol#
E tu, dall'altra parte del mondo
                 La4/7
Come una stanza da rifare,
Resti immobile all'altare
          La
Sei la canzone che non ho
                Re
Mai saputo cantare


Odio Le Favole - Ermal Meta

Odio le favole è il primo singolo estratto dal primo album in studio Umano di Ermal Meta, pubblicato il 27 novembre 2015. Il brano si è aggiudicato il terzo posto nella sezione Nuove Proposte.



Testo e Accordi

La- Re- Sol La-
(Intro)
La-
Ti ricordi quand'eri bambino
Con i sogni legati al cuscino
Re-
Ti ricordi quand'eri capace
Di sentirti con poco felice
 Sol
E da un gesto del tutto banale
                                          La-
Imparavi che volto avesse, l'amore
La-
Ti ricordi le notti a parlare
E a incollare la luna nel cielo
Re-
Con un dito poi farla sparire
Come una sposa dietro al suo velo
Sol
Di sudore, di lacrime amare
                                           Do     Mi
Ci sembrava la cura di tutto, il sale
               Fa
Per stare bene penso a te
               Mi
Per stare male penso a te e me
Fa                   Do
Il futuro era bellissimo per noi
Sol                     La-
Ti volevo bene e forse anche di più
Fa                              Do
Fuoco che non brucia non si spegne mai
    Sol                           Fa
Ti manco, non lo so mi manchi e non lo sai
Re- Sol
(Stacco)
La-
Scorre un fiume e assomiglia alla vita
E la nostra sembrava in salita
Re-
Non è vero, era solo paura di affrontare la parte più dura
Sol
Ma per quanto difficile sia
                             La-            Mi
L'ordinario con te diventava, magia
Fa                   Do
Il futuro era bellissimo per noi
Sol                     La-
Ti volevo bene e forse anche di più
Fa                                Do
Fuoco che non brucia e non si spegne mai
 Sol                               La-
Ti manco e non lo so mi manchi e non lo sai
Fa                        Do
Io ti voglio ancora bene e pure tu
Sol                            La-
Cuore che si stringe e non tradisce mai
Fa                            Do
E non ricordo come mai non ci sei più
    Sol                             La-
Ti manco e non lo so mi manchi e non lo sai
Fa
Odio le favole
Do
E il gran finale perché
Sol
Quello che conta è
La-
Qualcosa per cui una fine non c'è
Fa                 Do
Non ci credere
                        Sol
Se ti dicono che passerà da se
    La-
Mi manchi e non lo sai
Fa                     Do
Il futuro era bellissimo per noi
 Sol                        La-
Io ti voglio ancora bene e pure tu me ne vuoi
Fa                        Do
Sii felice e non dimenticarmi mai
    Sol                            Fa                     Re-
Ti manco, non lo so mi manchi e non lo sai
Re- Sol
(Stacco)
La-
Mi hai strappato l'amore di bocca
Ma ogni tanto una stronza ci tocca


Amen - Francesco Gabbani

E' il vincitore della sezione nuove proposte del festival di Sanremo 2016, Francesco Gabbani, che con il brano Amen si aggiudica anche il premio per il miglior testo.



Testo e Accordi

Fa#
(Intro)
Fa#
Alla porta i barbari nascondi provviste spiccioli
Si
Sotto la coda, sotto la coda, sotto la coda
Fa#
I trafficanti d'organi e le razzie dei vandali
Si
Sono di moda, sono di moda, sono di moda
      Fa#
Un visionario mistico all'università
      Do#                          Si
Mi disse l'utopia ci salverà
Fa#                                            Re#-
Astemi in coma etilico per l'infelicità
        Do#                                   Si
La messa è ormai finita figli andate in pace
Cala il vento nessun senso di nuovo e tutto tace
    Fa#                                     Re#-
E allora avanti popolo, che spera in un miracolo,
    Do#                                 Si
Elaboriamo il lutto con un amen (amen)
        Fa#                              Re#-
Dal ricco al lupo ascetico al povero di spirito
     Do#                                Si
Dimentichiamo tutto con un amen (amen)
Amen amen
Fa#
Il portamento atletico, il trattamento estetico
Si
Sono di moda, sono di moda, sempre di moda
Fa#
Ho l'abito del monaco, la barba del filosofo,
Si
Muovo la coda, muovo la coda, colpo di coda
    Fa#
Gesù si è fatto agnostico, i killer si convertono
     Do#                             Si
Qualcuno è già in odor di santità
    Fa#                                     Re#-
La folla è in coda negli store dell'inutilità
     Do#                                 Si
L'offerta è già finita amici andate in pace
Cala il vento nessun senso di nuovo e tutto tace
    Fa#                                     Re#-
E allora avanti popolo, che spera in un miracolo,
    Do#                                 Si
Elaboriamo il lutto con un amen (amen)
        Fa#                                  Re#-
Dal ricco al lupo ascetico al povero di spirito
     Do#                                Si
Dimentichiamo tutto con un amen (amen)
Fa#                 Re#-            Do#
Amen (amen) amen (amen) amen (amen)
      Si
Dimentichiamo tutto con un
Fa#                 Re#-            Do#
Amen (amen) amen (amen) amen (amen)
        Si
Dimentichiamo tutto con un amen
E l'uomo si addormentò e nel sogno creò il mondo
Lì viveva in armonia con gli uccelli del cielo e i pesci del mare
La terra spontanea donava i suoi frutti in abbondanza
Non v'era la guerra, la morte, la malattia, la sofferenza
Poi si svegliò
    Fa#                                     Re#-
E allora avanti popolo, che spera in un miracolo,
    Do#                                 Si
Elaboriamo il lutto con un amen (amen)
     Fa#                                  Re#-
Dal ricco al lupo ascetico al povero di spirito
     Do#                                Si
Dimentichiamo tutto con un amen (amen)
Fa#                 Re#-            Do#
Amen (amen) amen (amen) amen (amen)
      Si
Dimentichiamo tutto con un
Fa#                 Re#-            Do#
Amen (amen) amen (amen) amen (amen)
        Si
Dimentichiamo tutto con un amen


Mezzo Respiro - Dear Jack

E' la loro seconda volta sul palco dell'Ariston dopo la partecipazione dell'anno scorso con il brano Il Mondo Esplode quando il cantante del gruppo era ancora Alessio Bernabei, sostituito poi da Leiner Riflessi. Il brano di quest'anno si intitola Mezzo Respiro singolo apripista del loro terzo album in studio, anch'esso intitolato Mezzo Respiro uscito proprio due giorni fa.



Testo e Accordi

Do Fa La- Sol Fa
(Intro)
Do
Passeremo questa notte senza graffi sulla faccia
Fa
Proveremo a dirci basta, solo dirci
La-              Sol      Fa
Che non ne vale la pena
Do
Rifarò tutti i bagagli
Per riempirli dei miei sbagli
Fa
Qualche gioco di parole
Sarà la soluzione
La-             Sol       Fa
Per sentirmi meno male
La-           Sol                        Fa
E ti ritroverò per sempre tra le frasi senza tempo
                                 La-                        Sol
Dietro un angolo del cuore, cicatrice di un inverno
                                 Fa
Che ora sembra non finire mai
Re
Mezzo respiro ancora
            Sol
Soltanto mezzo respiro ancora
                  Si-
Per dare un senso ai ricordi
          La
Per un passo in avanti
           Sol
Perché odiarci non serve più
Re
Mezzo respiro ancora
             Sol
Soltanto mezzo respiro a un ora
                 Si-
Tra una promessa sospesa
              La                 
L'ultimo sguardo d'intesa
           Sol
Mezzo respiro
Do
Passeremo questa notte senza dirci quasi niente
Fa
Che il silenzio certe volte è solo voglia di carezze
La-                      Sol      Fa
Dimmi che andrà tutto bene
La-         Sol                        Fa
Ti ritroverò per sempre tra le frasi senza tempo
                                 La-                            Sol
Dietro un angolo del cuore, cicatrice di un inverno
                                 Fa        Sol
Che ora sembra non finire mai
Re
Mezzo respiro ancora
              Sol
Soltanto mezzo respiro ancora
                  Si-
Per dare un senso ai ricordi
        La
Per un passo in avanti
              Sol
Perché odiarci non serve più
Re
Mezzo respiro ancora
             Sol
Soltanto mezzo respiro un'ora
                   Si-
Tra una promessa sospesa
              La
L'ultimo sguardo d'intesa
           Sol
Mezzo respiro
                           Re Sol
Prima di dirci addio
                         Si- La    Sol
Mezzo respiro ed io, ed io
            Si-                 La
Adesso proverò a convincermi
Sol                 La
Forse a non illudermi
    Si-             La          Sol
A dirmi che è meglio così
Re
Mezzo respiro ancora
             Sol
Soltanto mezzo respiro ancora
                  Si-
Per dare un senso ai ricordi
          La
Per un passo in avanti
          Sol
Perché odiarci non serve più


sabato 13 febbraio 2016

Nessun Grado Di Separazione - Francesca Michielin

E' la sua prima partecipazione al Festival di Sanremo, si presenta con il brano Nessun Grado Di Separazione che è uno dei tre inediti inseriti in #di20are, riedizione del suo secondo album di20.



Testo e Accordi

Do
È la prima volta che mi capita
         Fa7+
Prima mi chiudevo in una scatola
                    Sol
Sempre un po' distante dalle cose della vita
                          Fa
Perché così profondamente non l'avevo mai sentita
     Re-                           Sol                         La-
E poi ho sentito un'emozione accendersi veloce
                            /Si  Do                                 Re-
E farsi strada nel mio petto senza spegnere la voce
                                    Sol
E non sentire più tensione solo vita dentro di me
Re-                           Sol
Nessun grado di separazione
                                  La-
Nessun tipo di esitazione
                                   Do               Re- 
Non c'è più nessuna divisione fra di noi
                                Sol                         La-
Siamo una sola direzione in questo universo
              Sol
Che si muove
        Re-                                       Sol
Non c'è nessun grado di separazione
Do
Davo meno spazio al cuore e più alla mente
                       Fa7+
Sempre un passo indietro e l'anima in allerta
           Sol
E guardavo al mondo da una porta mai completamente aperta
                 La-
E non da vicino
     Re-                           Sol
E no non c'è alcuna esitazione finalmente dentro di me
Re-                              Sol
Nessun grado di separazione
                                  La-
Nessun tipo di esitazione
                                      Do            Re-
Non c'è più nessuna divisione fra di noi
                                Sol                         La-
Siamo una sola direzione in questo universo
              Sol
Che si muove
Re- Sol Do Sol/Si
La- Fa Do Sol
(Stacco)
Re-                               Sol
Nessun grado di separazione
                                  La-
Nessun tipo di esitazione
                                     Do              Re- 
Non c'è più nessuna divisione fra di noi
                                Sol                         La-
Siamo una sola direzione in questo universo
              Sol
Che si muove
     Re-                           Sol                         La-
E poi ho sentito un'emozione accendersi veloce
                      /Si        Do
E farsi strada nel mio petto
                            Fa
Senza spegnere la voce


Di Me E Di Te - Zero Assoluto

Tornano gli Zero Assoluto al Festival di Sanremo per la terza volta dopo nove anni di assenza. Il duo ha partecipato al festival di Sanremo nel 2006 (Svegliarsi La Mattina) e nel 2007 (Appena prima di partire). Quest'anno portano il brano Di Me E Di Te.



Testo e Accordi

Mi
(Intro)
Mi
Parlami di te e dei tuoi silenzi
              Si
Dei tuoi occhi che sono sempre senza sguardi
Do#-
Parlami per non dimenticare
                              La
Per non avere più paure
Mi
Parlami di partecipazione
                  Si
Ma questa vita ci fa solo che mentire
Do#-
Parlami perché ti so ascoltare
                La
Anche se poi non so che dire
Mi
Di un amore che fa pugni senza guanti
       Do#-
Di ritorni che han sapore di partenze
           La
Di un cuore che ha più stanze di un albergo
                Si
Mentre guardo le stelle levarsi nei tuoi cieli
          Do#-
Di sognare i tuoi sguardi ad occhi aperti
      La                                                        Mi
Di temporali che ci urlano contro di me e di te
Mi
E basterebbe solo sporcarci di parole
Si
Leggendoci negli occhi la paura e l'emozione
Do#-                                                      La
Ci siamo persi in una strada tra follia e vita
La follia eri tu
                             Mi
In questa vita che grida e che spinge lontano
                  Si
Se molli la presa mi scivoli piano
                           Do#-
Ma che cosa vuol dire sentirsi insicuri
                            La
La teoria degli esclusi
E la poesia degli illusi occhi chiusi
Mi
Di un amore che fa pugni senza guanti
      Do#-
Di ritorni che han sapore di partenze
             La
Di un cuore che ha più stanze di un albergo
               Si
Mentre guardo le stelle levarsi nei tuoi cieli
          Do#-
Di sognare i tuoi sguardi ad occhi aperti
    La                                                         Mi
Di temporali che ci urlano contro di me e di te
                 Si             Do#-
Di me e di te di me e di te
                  La
E tira su gli occhi
                               Mi
Non serve guardare lontano
                      Si
Parliamoci adesso
Mi
Di un amore che fa pugni senza guanti
       Do#-
Di ritorni che han sapore di partenze
           La
Di un cuore che ha più stanze di un albergo
             Si
Mentre guardo le stelle? le stelle
           Do#-
Di sognare i tuoi sguardi ad occhi aperti
    La                                                        Mi
Di temporali che ci urlano contro di me e di te
                  Si
Di me e di te
                Mi
Di me e di te
E tira su gli occhi
Di me e di te
       Do#-
Non serve guardare lontano
                La
Di me e di te
                                                Si
Parliamoci adesso, parliamoci adesso
        Do#-
Di sognare i tuoi sguardi ad occhi aperti
    La                                                           Mi
Di temporali che ci urlano contro di me e di te


Guardando Il Cielo - Arisa

Arisa sale sul palco dell'Ariston come concorrente per la quarta volta. Dopo lo straordinario esordio con il brano Sincerità nel 2009, ha poi partecipato alle edizioni del 2010 (Malamorenò), del 2012 con La Notte e del 2014 con Controvento. Nel 2015 Arisa è stata scelta da Carlo Conti come co-conduttrice del Festival di Sanremo 2015, insieme a Emma Marrone e all'attrice Rocío Muñoz Morales.



Testo e Accordi

Re
(Intro)
Re
Se tu mi chiedi cosa faccio
                                    La
In questa vita amico mio
La sola cosa che so dirti
                                   Mi-
E' non lo so nemmeno io
                                      Sol
Viviamo tempi troppo austeri
                              Re
Siamo animali di città
Re
Eppure sai che ogni notte
                            La
Prima di dormire io
Che ho preso tutto da mia nonna
                                       Mi-
Faccio una preghiera a Dio
                             Sol
Potrà sembrarti rituale
                              Re      /Do#
Però a me dà serenità
Si-                              La
Con la certezza che ci sia
Sol                              Re
Una realtà che va al di là
                 /Do#             Si-
Di questa comprensione mia
                                        Mi
Potrai chiamarla anche magia
      Sol                La
Per me adesso si chiama universo
Re        /Do#    Si-  La
Stringo i pugni e rido ancora
Re     /Do#   Si-    La
Che la vita è questa sola
          Sol                                 Re
Se un giorno un'altra vita arriverà
      Sol
Mi sono già promessa
            La
Di non viverla in città e quindi
Re         /Do#  Si-            La
Di ogni giorno prendo il buono
Re       /Do#  Si-            La
Tanto a cosa serve a un uomo
         Sol                                      Re
Svegliarsi e dire che oggi non andrà
    Sol
È troppo presuntuosa
      La                             Sol
La previsione di una verità
Re
Se tu mi chiedi cosa faccio
                                  La
In questa vita amico mio
La sola cosa che so dirti
                                     Mi-
E' non lo so nemmeno io
                                         Sol
Viviamo tempi troppo austeri
                                Re    /Do#
In queste stupide città
Si-                                  La
Ma ho la certezza che ci sia
Sol                                Re 
Una realtà che va al di là
                La/Do#           Si-
Di questa comprensione mia
                                         Mi
Potrai chiamarla anche utopia
      Do
Per me adesso è solo universo
Mi          /Re#     Do#-  /Do
Stringo i pugni e rido ancora
Mi/Si  /Re#     Do#-  Si
Che la vita è questa sola
           La                                  Mi
Se un giorno un'altra vita arriverà
       La
Mi sono già promessa
             Si
Di non viverla in città
Mi         /Re#   Do#-       Si
Di ogni giorno prendo il buono
Mi        /Re#  Do#-       Si
Tanto a cosa serve a un uomo
       La                                          Mi
Svegliarsi e dire che oggi non andrà
    La 
È troppo presuntuosa
       Si
La previsione
                 Fa#- La
Di una verità  
                Mi
Di una verità  
Di una verità
Di una verità